SERVIZIO DI RILASCIO E RINNOVO FIRMA DIGITALE (CNS – CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI)

La Carta Nazionale dei Servizi (CNS) rappresenta la naturale prosecuzione della Smart Card, necessaria, quindi, sia per la presentazione all'Ufficio Registro Imprese per via telematica ovvero su supporto informatico ai sensi dell'art. 31 della L. n. 340/2000 delle domande, denunce e atti che l'accompagnano, che per consentire l'accesso per via telematica ai servizi erogati dalle Pubbliche Amministrazioni.


La Confartigianato di Rimini è abilitata al RILASCIO e al RINNOVO delle CNS – Carte Nazionali dei Servizi.
Per Informazioni
Tel. 0541 760911
Mail: servizi@confartigianato.rn.it

 

SERVIZIO DI RILASCIO CERTIFICATI E VISURE

CERTIFICATO
Il certificato è un documento rilasciato generalmente in bollo, che attesta l'iscrizione presso il Registro Imprese ed il Repertorio Economico Amministrativo, e riporta le informazioni giuridiche ed economiche relative ad ogni impresa iscritta; esso ha valore legale ed ha validità sei mesi dalla data del rilascio.
E' possibile richiede un certificato esente da bollo specificando gli estremi della legge che prevede l'esenzione (ad esempio, per rimborso IVA, ecc...).
Il certificato può essere richiesto per tutte le imprese iscritte sul territorio nazionale e può essere rilasciato a chiunque ne faccia richiesta (ad eccezione del certificato con dicitura antimafia ). Il certificato con dicitura antimafia può essere richiesto previa compilazione del modulo per la richiesta del certificato con dicitura antimafia da parte del titolare o del legale rappresentante dell'impresa.
Esistono diverse tipologie di certificati, ciascuno contenente particolari informazioni, stabilite dal D.M. del 07/02/1996 e successive modificazioni).
Relativamente ai certificati, è possibile richiede che venga aggiunta la dicitura attestante che l'impresa certificata non è sottoposta a procedure concorsuali.
Questa particolare dicitura non può essere richiesta per le imprese iscritte presso le Camere di Commercio di Benevento, Brindisi, Caserta, Catanzaro, Genova, Matera, Messina, Milano, Roma, Salerno, Teramo, Vibo Valentia.

VISURA
La visura è un documento in carta semplice, senza valore legale, che riporta le informazioni giuridiche ed economiche relative ad ogni impresa iscritta al Registro Imprese o al Repertorio Economico Amministrativo (REA).
La visura può essere richiesta per tutte le imprese iscritte sul territorio nazionale e può essere rilasciata a chiunque ne faccia richiesta.
Il 17 febbraio 2006 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Interdirigenziale che modifica, con decorrenza 1° marzo, le tipologie di documenti ufficiali del Registro Imprese ed i relativi diritti di segreteria.
Dal 1° marzo 2006, pertanto, l'accesso al patrimonio informativo del Registro Imprese è stato rivisto, rendendo la consultazione dei documenti più semplice ed economica.

SERVIZI TELEMATICI PER ISCRIZIONI, MODIFICHE E CANCELLAZIONI DELLE AZIENDE AL REGISTRO DELLE IMPRESE.

Albo Regionale delle Imprese Artigiane
Il 16 maggio 2011 si è insediata la nuova Commissione Regionale per l'Artigianato, costituita in attuazione della legge della Regione Emilia-Romagna 1/2010. Con questo atto formale la legge stessa è definitivamente entrata in vigore, completando quella profonda trasformazione delle procedure amministrative connesse all'avvio e alla vita dell'impresa artigiana cui la Comunicazione Unica aveva dato avvio, poco più di un anno prima.
La scelta operata dalla Regione Emilia-Romagna è stata di allineare, per quanto possibile, obblighi e formalità degli artigiani a quelli di tutte le altre imprese, sopprimendo le duplicazioni di adempimenti a meno che non siano strettamente necessarie, e azzerando i tempi tecnici di conseguimento della qualifica artigiana.
I punti essenzionali della riforma sono:
1. Le Commissioni Provinciali per l'Artigianato sono soppresse.
2. Le funzioni già svolte dalle CPA sono attribuite a due organi di rango regionale, il Servizio competente per le attività di amministrazione in materia di artigianato e la Commissione regionale per l'artigianato.
3. La Camera di Commercio è delegata a svolgere le funzioni di front-office, gestendo le procedure di iscrizione, modificazione e cancellazione avviate dalle imprese artigiane.
4. Le formalità di iscrizione, modifica e cancellazione all'Albo Regionale delle Imprese Artigiane si identificano con la procedura di Comunicazione unica per la nascita dell'impresa.
5. Ai fini degli adempimenti verso l'Albo Regionale delle Imprese Artigiane la Comunicazione Unica ha efficacia istantanea (la qualifica artigiana è acquisita fin dal momento della presentazione della comunicazione, purché questa sia formalmente corretta).

ComUnica - Comunicazione Unica per la nascita dell'impresa

Disposizioni operative per la presentazione della Comunicazione Unica al Registro delle Imprese
Per semplificare la fase di avvio dell'impresa e ridurne i costi, l'art. 9 del Decreto Legge n. 7/2007 prevede che un'unica procedura amministrativa, denominata Comunicazione Unica per la Nascita dell'Impresa (o anche, per brevità, "ComUnica"), da attivare esclusivamente per via telematica o su supporto informatico, possa assolvere contemporaneamente gli obblighi di pubblicità legale e gli adempimenti di natura fiscale, assistenziale e previdenziale.

 

La pratica di ComUnica è presentata all'Ufficio del Registro Imprese, il cui sistema informatico si incarica dello "smistamento" alle altre amministrazioni coinvolte: Agenzia delle Entrate, INPS, INAIL e Albo delle Imprese Artigiane.

Amministrazioni coinvolte nel procedimento
Le amministrazioni destinatarie della Comunicazione Unica sono:
Registro delle Imprese
Agenzia delle Entrate
INPS
INAIL
Commissioni provinciali per l'artigianato (Albo Artigiani)
Ministero del Lavoro, della salute e delle politiche sociali
 
Modello di Comunicazione Unica
Il modello di Comunicazione Unica per la nascita dell'impresa è stato approvato con il Decreto Interministeriale 2 novembre 2007 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 296 del 21 dicembre 2007).
In seguito all'introduzione di nuovi Enti destinatari della ComUnica si è reso necessario apportare le necessarie modifiche e con Decreto Interdirigenziale 19 novembre 2009 è stato approvato il nuovo modello di Comunicazione Unica.

La Comunicazione Unica, pertanto, è obbligatoria dal 1° aprile 2010.
A partire da tale data il Registro delle Imprese non riceve più alcuna pratica in formato cartaceo. 
Modalità di presentazione e informazioni tecniche
La procedura prevede la trasmissione della Comunicazione Unica per via telematica o su supporto informatico.
E' richiesto il possesso della firma digitale da parte degli interessati che devono sottoscrivere digitalmente il modello.
Gli strumenti attualmente utilizzabili per la preparazione e l'invio della Comunicazione Unica sono i seguenti: ComUnica (funzioni "standard"), ComUnica semplificato e StarWeb.
Dal sito internet www.registroimprese.it è possibile scaricare ed utilizzare gratuitamente il software "ComUnica" che guida l'utente nella compilazione del modello.

STARweb: Sportello Telematico Artigiani e Registro Imprese

La Camera di Commercio di Rimini, inoltre, rende disponibile l'utilizzo di StarWeb (Sportello Telematico Artigiani e Registro Imprese), il nuovo software per l'invio telematico che opera esclusivamente in ambiente web, senza necessità di installare alcun programma, e che consente di creare una pratica secondo le regole e le specifiche della Comunicazione Unica.
Starweb è utilizzabile per tutte le imprese (artigiane e non) e per tutti gli adempimenti delle imprese individuali e per quelli relativi all'inizio, modifica, cessazione attività delle società; inoltre è possibile preparare pratiche di cancellazione dal Registro Imprese per le società in stato di scioglimento e liquidazione volontaria

Responsabile del Servizio ASSISTENZA IMPRESE
Rag. Ivana Rossi
Mail: pratichegenerali1@confartigianato.rn.it

Referenti
PAOLA CORBELLI
PAOLA ROMANO

Tel. 0541 760911
Fax 0541 760940
Mail: pratichegenerali@confartigianato.rn.it