Disciplinare di produzione della denominazione PIADINA ROMAGNOLA

News

Notizie Categoria Alimentazione


Attacco dell'OMS ai prodotti della dieta mediterranea

L’OMS-Organizzazione mondiale della sanità, con una motivazione salutistica, ha messo ingiustificatamente all’indice alcuni dei prodotti agroalimentari testimonial della dieta mediterranea, quali gran parte dei formaggi, quasi tutti i salumi ed addirittura l’olio extra vergine di oliva  ed i vini. La conseguenza di tali accuse sarebbe l’introduzione di tasse sui prodotti contenenti sale, grassi e zuccheri in modo da scoraggiarne il consumo.
Il Presidente di Confartigianato Alimentazione Massimo Rivoltini in un comunicato stampa ha denunciato che si tratta di una visione distorta del problema in quanto non si possono criminalizzare in modo assoluto dei prodotti soltanto perché contengono sostanze il cui abuso può rivelarsi nocivo per la salute. Una corretta alimentazione prevede anche dal punto di vista nutrizionale un utilizzo “pesato” delle varie sostanze in combinazione tra loro  secondo i dettami delle linee nutrizionali generalmente adottate a livello internazionale. Dietro questa iniziativa, ha affermato il Presidente, potrebbe esserci l’interesse di gruppi stranieri per penalizzare le produzioni tipiche del Made in Italy sempre più penetranti nei mercati extra europei, favorendo di fatto quei produttori di veri e propri tarocchi, imitazioni delle nostre eccellenze.  Occorre pertanto, secondo Rivoltini, che anche le nostre istituzioni governative intervengano a difesa dei produttori  italiani magari congiuntamente con gli altri paesi che al pari dell’Italia adottano stili alimentari della dieta mediterranea, per arginare un attacco che punta in effetti, privilegiando prodotti indifferenziati costruiti ad hoc e senza una identità ad omogeneizzare globalmente il gusto dei consumatori.  
 



Privacy Policyrealizzazione siti internet rimini