CERTIFICAZIONE SISTEMA QUALITA’ PER L’INTERA ORGANIZZAZIONE ED IL SUO PROCESSO PRODUTTIVO – NORME SERIE UNI EN ISO 9000

La certificazione dei sistemi di qualità delle aziende attesta la conformità alle norme UNI EN serie ISO 9000.
Sempre di più cresce nelle aziende l'esigenza di avere un sistema di gestione per la qualità certificato. Tutto ciò in vista di un solo scopo: quello di migliorare l'organizzazione e le performances aziendali ottimizzando i tempi nelle fasi organizzative/produttive.
Inoltre è crescente una particolare attenzione all'ambiente considerato come un problema correlato ed integrato con lo sviluppo economico del mondo contemporaneo.
In questo senso, la Confartigianato, consapevole che gestendo i propri servizi, processi e prodotti in modo che questi non turbino l'equilibrio naturale dei molteplici fattori ambientali nel territorio dove l'organizzazione è insediata ha preso in seria considerazione il concetto di "sviluppo sostenibile" come modalità per garantire il proprio sviluppo in modo durevole promuovendo ogni azione diretta a proteggere l'ambiente su cui ha influenza identificando nella implementazione e mantenimento nel tempo di un "sistema di gestione ambientale".

 

CERTIFICAZIONI AMBIENTALI IN RIFERIEMNTO ALLA SERIE ISO14000 ED AL REGOLAMENTO EMAS

La legislazione ambientale per una impresa ha un peso rilevante, e non sempre è facile restarne al passo data la varietà e la moltitudine di leggi in tema ambientale, (emissioni in atmosfera, rifiuti, scarico acque).
La normativa comunitaria, inoltre, sempre più presente su questi temi, costituisce un aspetto fondamentale a cui nessuno potrà sottrarsi.
Gli standards della serie ISO14000 sono le specifiche per la Gestione Ambientale, riconosciute a livello internazionale, sviluppate dai comitati dell'ISO (International Organization for Standardisation). Essi costituiscono il benchmark di qualità ambientale per gestire il business nel mercato globale a supporto delle imprese. Tutte le organizzazioni, e non più i soli siti produttivi, con un livello di rendimento ambientale corrispondente almeno agli standards legali applicabili, possono partecipare al nuovo schema EMAS (Sistema di Ecogestione e Audit) del regolamento CEE 761/2001, per conseguire l'iscrizione nel registro europeo delle organizzazioni registrate EMAS, e l'utilizzo del LOGO ambientale europeo.
Obiettivo dell' EMAS è incentivare il miglioramento continuo delle prestazioni ambientali delle organizzazioni.

 

CERTIFICAZIONE DELLA RESPONSABILITA’ SOCIALE D’IMPRESA ED ETICA SA8000

LA RESPONSABILITA' SOCIALE E ETICA

Lo standard SA8000
E'uno standard internazionale che elenca i requisiti per un comportamento eticamente corretto delle imprese e della filiera di produzione verso i lavoratori.

SA8000 contiene nove requisiti sociali orientati all'incremento della capacità competitiva di quelle organizzazioni che volontariamente forniscono garanzia di eticità della propria filiera produttiva e del proprio ciclo produttivo.
Le nuove dinamiche economiche globali non possono, infatti, non tenere conto di temi fondamentali come: 
il rispetto dei diritti umani; 
il rispetto dei diritti dei lavoratori;
la tutela contro lo sfruttamento dei minori;
le garanzie di sicurezza e salubrità sul posto di lavoro.
Può essere uno strumento
La responsabilità sociale delle imprese ha riflessi sulla buona integrazione delle imprese nell’ambiente locale, sia a livello europeo che a livello internazionale. Le imprese recano il loro contributo alla comunità, in particolare a quella locale, fornendo posti di lavoro, salari e prestazioni ed entrate fiscali. Inversamente, le imprese dipendono dalla buona salute, dalla stabilità e dalla prosperità delle comunità che le accolgono.

 

CERTIFICAZIONE OHSAS E 18000/2007 CHE DEFINISCE OBITTIVI E POLITICHE PER LA SICUREZZA E SALUTE DEI LAVORATORI

L'acronimo OHSAS sta per Occupational Health and Safety Assessment Series ed identifica uno standard internazionale per un sistema di gestione della Sicurezza e della Salute dei Lavoratori. La norma OHSAS 18001:1999 è stata emanata dal BSI nel 1999 e rivista nel 2007, così da poter disporre di uno standard per il quale potesse essere rilasciata una certificazione di conformità. La certificazione OHSAS attesta l'applicazione volontaria, all'interno di un'organizzazione, di un sistema che permette di garantire un adeguato controllo riguardo alla Sicurezza e la Salute dei Lavoratori, oltre al rispetto delle norme cogenti. Nel 2000, è stata pubblicata un'apposita guida a questa norma, la OHSAS 18002: Sistemi di Gestione della Sicurezza e della Salute dei Lavoratori - Linee guida per l'implementazione dello standard OHSAS 18001. Il sistema di gestione regolato dalla norma OHSAS è spesso costruito integrandolo con il sistema di gestione ambientale, ispirato alla Norma 14001: la Sicurezza e l'Ambiente sono infatti strettamente collegati tra loro.

 

CERTIFICAZIONI DI PRODOTTO E CERTIFICAZIONE DI LAVORAZIONE (HACCP)

- Sistemi qualità certificata
- Certificazione di processo
- Certificazione di prodotto
- Rintracciabilità

 

MARCATURA “CE” PER MACCHINE E PRODOTTI

Macchine e Impianti industriali, ma anche prodotti diversi ricadono nel campo di applicazione di Direttive Europee che richiedono certificazioni di prodotto e di organizzazione della produzione, secondo requisiti di norme tecniche specifiche o norme volontarie. Lo scopo delle certificazioni è di garantire la sicurezza del prodotto per l’utilizzatore/consumatore, ottenuta attraverso un’organizzazione in grado di fornire una corretta progettazione, una produzione di qualità, la rintracciabilità e le necessarie informazioni sul prodotto.

 

ATTESTAZIONI SOA PER PARTECIPARE AD APPALTI PUBBLICI E EQUIPARATI

L'Attestazione SOA è un documento che certifica il possesso di tutti i requisiti di cui all'articolo 8 della Legge 11 febbraio 1994, n. 109. Infatti, in virtù della vigente normativa in ambito di contratti pubblici, l' Attestazione SOA è oggi un documento necessario e sufficiente a comprovare la capacità dell’impresa di eseguire (direttamente o in subappalto) opere pubbliche di fornitura e posa in opera con importo a base d’asta superiore a € 150.000,00.
Detta qualificazione (SOA) ha validità quinquennale (sempre che ne venga verificata la validità al terzo anno dal primo rilascio) e viene valutata sulla base di un’analisi tecnica ed economica degli ultimi cinque esercizi di attività dell’impresa, precedenti alla richiesta di qualificazione.
L’Attestazione SOA qualifica l’azienda ad appaltare opere per categorie e classifiche di importi. Le categorie di opere in cui si potrà essere attestati sono 47: 13 di esse rappresentano opere di carattere generale (edilizia civile e industriale, fogne e acquedotti, strade, restauri, etc.) e 34 di esse sono opere specializzate (impianti, restauri di superfici decorate, scavi, demolizioni, arredo urbano, finiture tecniche, finiture in legno, in vetro e in gesso, arginature etc.).Le categorie di attestazione SOA ed i relativi livelli di attestazione, dipendono da diversi fattori. Non e' difficile per le imprese edilizie vedersi revocare il proprio attestato SOA a causa di una istruttoria troppo superficiale. Scegliere un Organismo di Attestazione SOA non e' facile e non sempre dipende esclusivamente dai prezzi. Lo staff di CONFARTIGIANATO ha sempre indicato Enti di Certificazione e Organismi di Attestazione seri, affidabili e al tempo stesso concorrenziali.

 

ATTESTAZIONI COME “CENTRO DI LAVORAZIONE FERRO/ACCIAIO” PER LE COSTRUZIONI

Si definisce Centro di trasformazione un impianto esterno alla fabbrica e/o al cantiere, fisso o mobile, che riceve dal produttore di acciaio elementi base (barre o rotoli, reti, lamiere o profilati, profilati cavi, ecc…) e confeziona elementi strutturali direttamente impiegabili in cantiere, pronti per la messa in opera o per successive lavorazioni.

chi RIENTRA
Coloro che ricevono profili e/o lamiere all’esterno di un cantiere, in un impianto che può essere fisso o mobile e lo lavorano (tagliano, calandrano, saldano, assemblano…) per la produzione di lamiere grecate e profilati formati a freddo, i centri di prelavorazione di componenti strutturali, le officine di produzione di carpenterie metalliche, le officine di produzione di elementi strutturali di serie (es. strutture portanti, scale esterne di emergenza, ecc…) e le officine per la produzione di bulloni e chiodi, rientrano nella definizione di Centro di trasformazione.

chi NON RIENTRA
Coloro che ricevono direttamente in cantiere i profili e/o le lamiere e all’interno di questo cantiere lo lavorano (tagliano, calandrano, saldano, assemblano…) non rientrano nella definizione di Centri di trasformazione. Non rientrano neppure coloro che costruiscono ringhiere, parapetti, scale metalliche da interno, scale a chiocciola ecc…, o comunque tutte le opere non strutturali.